Bucarest, capitale europea dal 2007, una città bella e interessante, piena di giovani e di persone pronte ad accogliere i suoi turisti nel migliore dei modi. Passeggiando per le sue vie, si viene letteralmente conquistati dalla sua atmosfera elegante e dal suo fascino un po' dark. Bucarest è stata ribattezzata "la piccola Parigi" per il suo stile inconfondibile e di stampo romantico. Si consiglia di cambiare l'euro in moneta locale, in quanto l'Euro non è accettato quasi da nessuna parte. Tra i luoghi da visitare c'è sicuramente il Palatul Parlamentului, il maxi edificio fortissimamente voluto da Nicolae Ceausescu per manifestare al mondo la grandezza della Romania comunista. Difatti il Palazzo del Parlamento è la struttura più pesante al mondo e la seconda più grande dopo il Pentagono, ha una superficie di 350.000 metri quadri e una valutazione immobiliare stimata intorno ai 3 miliardi di dollari. Altra tappa imperdibile è naturalmente la piazza della Rivoluzione (piata Revolutiei), il luogo dove il 21 dicembre 1989 il regime comunista di Nicolae Ceausescu cominciò a sfaldarsi. Non si può andar via da Bucarest senza aver trascorso una giornata alle terme di Bucarest, situate a cinque minuti di taxi dall'aeroporto, uno dei complessi spa più grandi d'Europa, suggestive nella loro ambientazione tropicale e dotate di ogni tipo di comfort.

Bucarest - informazioni pratiche

Documenti
La Romania fa parte dell’UE quindi non serve il passaporto, ma non appartiene allo spazio Schengen e si deve portare sempre un documento valido con sè. Se il soggiorno non è superiore ai 90 giorni, è sufficiente viaggiare con Carta d’Identità o Passaporto in corso di validità. Per soggiorni superiori ai 90 giorni è necessario richiedere il permesso di soggiorno all’Ispettorato Generale per l’Immigrazione (http://igi.mai.gov.ro/home/index/en ) che dipende dal Ministero dell’Interno romeno.

Orologio
L'ora in Romania è esattamente 2 ore avanti rispetto al meridiano di Greewich. Pertanto il turista italiano che arriva in Romania dovrà spostare le lancette del suo orologio di un'ora rispetto all'Italia.

Moneta
La Romania è membro dell'Unione europea dal 1º gennaio 2007 ma attualmente usa ancora la sua valuta, il leu rumeno. Le più conosciute carte di credito si possono utilizzare senza problemi per pagare alloggi, ristoranti, noleggi etc. Per fare acquisti in contanti dovrai munirti della valuta locale ritirando da un bancomat oppure cambiare l’Euro presso un ufficio di cambio. Il tasso di cambio relativo alla valuta rumena è pari a 1€ per 4,72 Leu e il costo della vita è più basso rispetto all’Italia. Il prelievo di contanti da uno sportello bancario all’estero è soggetto a una commissione della banca. Prima di partire puoi informati per avere una carta prepagata che non includa spese di commissioni per prelievi dall’estero.

Animali
Cani, gatti ed altri animali domestici hanno diritto ad entrare in Romania sempre se si è in possesso del certificato di buona salute rilasciato da un veterinario e datato non oltre 10 giorni, ed è obbligatoria la vaccinazione antirabbica, effettuata da min. 1 mese fino ad un max. di 6 mesi. Il tutto può essere attestato sul Passaporto UE.

Elettricità
In Romania l'elettricità è come in Italia: 220 V e 50 Hz. Le Prese elettriche sono di tipo bipolare, quindi bisogna munirsi di adattatore.

Telefono
Le comunicazioni (telefonate, SMS, dati) effettuate da un paese dell’UE sono coperte dal pacchetto nazionale: i minuti, gli SMS e i gigabyte di dati consumati in un altro paese dell’UE saranno addebitati o detratti dai volumi del piano tariffario nazionale, proprio come se ci si trovasse nel proprio paese. Contrariamente al passato, non ci saranno costi aggiuntivi.